LA PERUGIASSISI,
PATRIMONIO DELL’UMANITÀ

Dal 1961, centinaia di migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo hanno marciato da Perugia ad Assisi per promuovere il rispetto dei più importanti valori e diritti universali. Così sarà ancora il prossimo 10 ottobre. Ritrovarsi assieme sarà bello e importante. Ma non basta. In un tempo così carico di incertezze e paure ti chiediamo di fare una cosa in più per riaffermare la centralità dei valori che ci stanno a cuore.

Marcia dopo Marcia, la PerugiAssisi è diventata simbolo dell’impegno fattivo dell’umanità per la pace, la dignità
e l’uguaglianza, la solidarietà, i diritti umani, la libertà,
la giustizia, la democrazia, la fraternità. Per questo vogliamo che questo patrimonio dell’umanità venga riconosciuto dall’Onu.

PERCHÈ VOGLIAMO che tutti riaffermino la centralità di questi valori e diritti.

PERCHÈ NON VOGLIAMO che l’individualismo, il nazionalismo, la competizione, il razzismo e l’odio prevalgano. Perché la costruzione della pace e della fraternità diventi un impegno quotidiano di tutti e ciascuno.

Aderisci anche tu alla campagna per il riconoscimento della PerugiAssisi Patrimonio dell’Umanità.

FIRMA L’APPELLO

540 hanno firmato. Firma anche tu!

Licia Test P ha firmato l'appello 1 settimane fa

Sostieni la campagna per il riconoscimento della Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità Patrimonio dell’Umanità.

Marcia dopo Marcia, la PerugiAssisi è diventata simbolo dell’impegno fattivo dell’umanità per la pace, la dignità e l’uguaglianza, la solidarietà, i diritti umani, la libertà, la giustizia, la democrazia, la fraternità.
Per questo vogliamo che questo patrimonio dell’umanità
venga riconosciuto dall’Onu.

Sostieni la campagna per il riconoscimento della Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità
Patrimonio dell’Umanità.

Dona quello che puoi!
Ogni contributo è importante!
E tutti valgono allo stesso modo.

OPPURE DONA TRAMITE:

Bonifico bancario

Banca Popolare Etica
Intestato a: Agenzia della Pace
IBAN: IT 58 Q 05018 03000 000011070737

Bollettino postale

CCP n. 19583442
Intestato a: Agenzia della Pace
Via della Viola n. 1 – 06122 Perugia

La Marcia per la pace PerugiAssisi È…
…il più grande evento di pace del mondo. Non c’è un altro posto al mondo dove così tante persone si ritrovino assieme per promuovere la pace. Non c’è un altro posto al mondo dove questo accada, con continuità, da 60 anni.
…è un’espressione originale e autentica dell’impegno fattivo dell’umanità per l’attuazione dei valori, dei principi e degli obiettivi universali dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
…è uno straordinario movimento di persone che sentono la responsabilità di fare qualcosa per la pace e i diritti umani, contro le guerre, le violenze, le disuguaglianze e le ingiustize.
Alla Marcia PerugiAssisi non ci si ritrova per parlare della pace ma per promuovere e organizzare la sua costruzione con l’impegno di tutti.
…è un evento attivo, in cui tutti fanno qualcosa per la pace.
…non è un evento statico ma un cammino con una meta comune. Il percorso dell’evento è una straordinaria metafora del cammino dell’umanità alla ricerca della pace.
La realizzazione della Marcia PerugiAssisi è un formidabile strumento di promozione della cultura della pace e dei diritti umani e di sensibilizzazione di centinaia di migliaia di persone.
…è un’importante esperienza educativa inserita nel percorso formativo di centinaia di migliaia di alunni e studenti italiani che ne diventano protagonisti insieme alla loro scuola.
…non è un evento isolato ma punto di arrivo e di ri-partenza di tanti cammini di pace.
…non è l’evento di un giorno ma il culmine di tante giornate dedicate all’educazione, allo studio, alla riflessione, al dialogo, al confronto e all’organizzazione dell’impegno per la pace.
…è un appuntamento internazionale che vede la partecipazione di persone provenienti da ogni parte del mondo e, in particolare, dai luoghi segnati dalla guerra, dalla miseria e dalla violazione massiccia dei diritti umani.
…è una manifestazione popolare aperta a tutti senza distinzioni di nazionalità, cultura, religione, appartenenza politica.
…promuove l’incontro, il dialogo e la collaborazione tra persone, generazioni, popoli, organizzazioni, movimenti, istituzioni e civiltà di tutto il mondo, dal locale al globale.
…è un atto di responsabilità civile immerso nella storia contemporanea, che unisce la coerenza ai valori dell’umanità all’impegno fattivo per rispondere alle sfide del tempo presente.