Pace, diritti umani, uguaglianza, democrazia, solidarietà, dignità, libertà, giustizia, fraternità,… sono sotto attacco in tante parti del mondo.

La negazione di questi valori universali ha causato e continua a causare enormi sofferenze a tanta parte dell’umanità.

Per questo abbiamo bisogno di unirci e difendere i valori che ci sono più cari.

Dopo due guerre mondiali, lo scoppio della bomba atomica e settanta milioni di morti, questi valori hanno spinto molte persone a scriverli nelle Carte fondamentali dell’umanità e ad impegnarsi per darci una vita migliore.

Grazie a loro, noi siamo cresciuti in un clima di libertà e benessere.

Oggi tocca a ciascuno di noi!

Dal 24 febbraio, la guerra in Ucraina avanza facendo strage di vite innocenti, riducendo le città in cimiteri, minacciando la guerra mondiale e la catastrofe atomica. Per questo diciamo che va fermata!

Ogni giorno che passa, lo scontro s’innalza e la guerra diventa più disumana e cieca distruggendo ogni residuo spazio di pace. Per questo ripetiamo che va fermata subito!!!

Insieme con Papa Francesco, diciamo tutti, ma proprio tutti:

Fermatevi! La guerra è una follia.

Sostieni la rete della Perugiassisi
nell’organizzazione
di questa STRAORDINARIA
Marcia della Pace e della Fraternità

Moltiplichiamo le iniziative di pace e domenica 24 aprile, vigilia della Festa della Liberazione, partecipa alla Marcia straordinaria PerugiAssisi della pace e della fraternità.

Nessuno si rassegni alla guerra e alla corsa al riarmo! Nessuno si pieghi alle leggi della violenza. Nessuno ceda alla logica amico-nemico. Risolviamo i problemi che non abbiamo ancora voluto affrontare nel rispetto del diritto internazionale. Basta con la propaganda di guerra! Fermiamo la circolazione dell’odio e dell’inimicizia. Facciamo pace. Prendiamoci cura delle vite degli altri, sempre, comunque e dovunque senza distinzioni di alcun genere.

 

Da 60 anni in cammino per la pace e la fraternità
Nel 2021 la Marcia PerugiAssisi ha compiuto 60 anni. Una lunga storia di pace. Anzi d’impegno per la pace e i diritti umani. Una storia fatta di centinaia di migliaia di donne e uomini di tante generazioni e di ogni età.
Testimonianze

Ho partecipato a marce della pace negli anni della guerra fredda. Se le gambe mi reggessero, lo farei ancora. Perché so che se tutti i cittadini del mondo partecipassero a una manifestazione della pace, la guerra sarebbe destinata a scomparire dalla faccia della terra.

Scritto da Norberto Bobbio

Cura è il nuovo nome della pace
Sarà pace se ci prenderemo cura degli altri e del pianeta. Per questo abbiamo inaugurato il decennio della cura. Dobbiamo sviluppare una mentalità e una cultura, una economia e una politica del prendersi cura.
Leggi i messaggi alla Marcia

IL PAPA

Francesco
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Sergio Mattarella
IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO
David Sassoli
IL CUSTODE DEL SACRO CONVENTO
fra Marco Moroni

Ultime news