Un grandissimo grazie per il lavoro compiuto

Carissimo Flavio,

 

A te, a tutta la squadra della Tavola della Pace, a tutti coloro che hanno contribuito ad organizzare i 3 Giorni di Pace della PA2020, un grandissimo GRAZIE per tutto il lavoro compiuto. E’ stato un grande successo per tanti motivi tra i quali ne stacco due. 

 

Il primo è la copertura televisiva che avrà permesso a millioni di italiani di sentire chiaramente il messaggio centrale che abbiamo voluto comunicare. Stiamo mettendo la possibilità di prendere cura gli uni degli altri sugli schermi radar di chi vive in Italia, e questo è già di per sé un grandissimo e preziosissimo successo, anche se sappiamo che la strada da fare rimane assai lunga.  

 

Il secondo è il livello qualitativo delle persone implicate nei vari laboratori ed altri eventi del Meeting di Perugia. E’ un tesoro che sta anche a dimostrare che la PerugiAssisi, grazie alla tua lungimirante testardagine e all’impegno di tutta la squadra e degli alleati ha un eccezionale potere di attrazione e se sappiamo costruire sopra questo patrimonio ed estenderlo, possiamo intravedere un seguito fatto di passi avanti concreti della società. 

 

Riparleremo della strategia da seguire, ma per ora mi pare importante che tutti abbiano coscienza del passo avanti compiuto. E’ utile e necessario fare una valutazione di cosa è andato bene e cosa è andato male. Ma anche se si impara sempre di più degli errori fatti, vorrei sopratutto che ciascuno si rendesse conto dei progressi che ha portato la PA2020 . Puoi, e potete tutti, mettere per un attimo la soddisfazione di avere fatto crescere nella società la coscienza di potere costruire del meglio al di sopra di ogni frustrazione per le cose che non hanno corrisposto alle attese e che vedete perche avete lavorato dietro le quinte. Anche se non si traduce subito in cambiamenti concreti, sono semi piantati che faremo fiorire grazie alle prossime tappe di lavoro.

 

Quest’anno è stata una sfida monumentale, superiore a quelle precedenti (che erano già enormi).  So cosa rappresenta a livello personale. Perciò voglio dire sinceramente quanto sono riconoscente a tutte e tutti per i loro rispettivi apporti, e dire a te Flavio che ti dobbiamo davvero molto. Sei proprio grande. E’ un onore camminare assieme a te.

 

Jean