Pace, diritti umani, uguaglianza, democrazia, solidarietà, dignità, libertà, giustizia, fraternità,… sono sotto attacco in tante parti del mondo.

La negazione di questi valori universali ha causato e continua a causare enormi sofferenze a tanta parte dell’umanità.

Per questo abbiamo bisogno di unirci e difendere i valori che ci sono più cari.

Dopo due guerre mondiali, lo scoppio della bomba atomica e settanta milioni di morti, questi valori hanno spinto molte persone a scriverli nelle Carte fondamentali dell’umanità e ad impegnarsi per darci una vita migliore.

Grazie a loro, noi siamo cresciuti in un clima di libertà e benessere.

Oggi tocca a ciascuno di noi!

Dal 1961, centinaia di migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo hanno marciato da Perugia ad Assisi per promuovere il rispetto dei più importanti valori e diritti universali.
Così sarà ancora il prossimo 10 ottobre. Ritrovarsi assieme sarà bello e importante. Ma non basta. In un tempo così carico di incertezze e paure ti chiediamo di fare una cosa in più per riaffermare la centralità dei valori che ci stanno a cuore. Firma l’appello!

Sostieni la campagna per il riconoscimento della Marcia
PerugiAssisi della pace e della fraternità Patrimonio dell’Umanità.

Marcia dopo Marcia, la PerugiAssisi è diventata simbolo dell’impegno fattivo dell’umanità per la pace, la dignità e l’uguaglianza, la solidarietà, i diritti umani, la libertà, la giustizia, la democrazia, la fraternità. Per questo vogliamo che questo patrimonio dell’umanità venga riconosciuto dall’Onu.

LA PERUGIASSISI COMPIE 60 ANNI

Nel 2021 la Marcia PerugiAssisi compie 60 anni. Una lunga storia di pace.
Anzi d’impegno per la pace e i diritti umani. Una storia fatta di centinaia di migliaia
di donne e uomini di tante generazioni e di ogni età.

Testimonianze

L'arma nucleare è un'arma liberticida: la morte della libertà sta non già nel suo uso ma nella sua stessa esistenza. L'arma nucleare non può essere oggetto di trattative politiche. Essa va eliminata totalmente e senza condizioni

Scritto da Alberto Moravia

La testimonianza non è solo quella delle parole. Servono i fatti. Non serve parlare di pace se poi, anche inconsapevolmente, si offre collaborazione all’apparato di preparazione alla guerra. Partire dalla pace: questa è la parola d’ordine.

Scritto da Pietro Pinna

Questa non è una protesta al negativo, ma una positiva azione unilaterale che potrebbe, come una palla di neve che si trasforma in valanga, liberare le nazioni dallo spettro della guerra.

Scritto da Myrtle Solomon

Questa volontà di pace e di fratellanza dei popoli della Terra deve oggi far sentire alto e forte la parola di quanti, al di sopra di ogni discriminazione politica, sociale, razziale, intendono battersi contro la guerra.

Scritto da Sandro Pertini

Ultime news

Come si svolgerà!

Domenica 11 ottobre 2020. Dal 1961, la Marcia PerugiAssisiè una forte chiamata all’impegno per la pace. E così è anche quest’anno, nonostante le forti restrizioni imposte dalle norme sanitarie.

LEGGI LA NEWS

Conferenza stampa

CONFERENZA STAMPA di presentazione del programma 3 Giorni per la pace e per la cura e della Catena Umana della pace e della fraternità PerugiAssisi domenica 11 ottobre 2020

LEGGI LA NEWS